Just design: city view
Airbnb e future licenze in Portogallo: un delicato equilibrio di interessi

Airbnb e future licenze in Portogallo: un delicato equilibrio di interessi

Airbnb è oggi leader incontestato nel panorama dell’offerta di affitti turistici in Europa e nel mondo. Avendo saputo sfruttare il fenomeno della locazione brevissima, la piattaforma ha rivoluzionato il mercato delle accomodation come lo conoscevamo una decina di anni fa. Il mercato, avvantaggiato inizialmente dall’importante vuoto normativo che non ha saputo regolamentarne le modalità e limitarne la diffusione, ha permesso, ad investitori ed imprenditori, di trarne importanti benefici, che le autorità hanno tentato, con un certo ritardo, di limitare e ridurre adottando provvedimenti tampone piuttosto di misure strutturali e lungimiranti.

Il Portogallo, in questo senso, è uno dei paesi che ha subito (e sfruttato) in misura notevole la crescita esponenziale di Airbnb, con interi quartieri (su tutti, Alfama a Lisbona e Ribeira a Porto) riconvertiti in alloggi a breve termine.
Da un lato, la speculazione immobiliare esplosa con la nascita del fenomeno Airbnb ha portato con sé la rinascita di zone in totale abbandono. Il quartiere di Alfama, già poco sopra menzionato, è in questo senso un esempio lampante di come l’affitto turistico abbia costituito, per città come Lisbona, una vera e propria rivelazione e ancora di salvezza. Sino a dieci anni fa la zona di Alfama, infatti, era un cumulo di viuzze tortuose e poco raccomandabili, con edifici fatiscenti o in rovina, spesso disabitati, una manciata di attività commerciali di vendita al dettaglio, prezzi degli immobili sotto i 1000 euro al metro quadro. Oggi, invece, il quartiere è il cuore turistico di Lisbona, riportato in vita da una trasformazione che, seppur vittima di un cambiamento sregolato, ha salvaguardato le caratteristiche urbane fondanti dell’area, cui si sono aggiunti ristoranti, bar, librerie, enoteche e locali di ogni genere e tipo. Il risultato è sotto gli occhi di tutti: un appartamento nella zona di Alfama, nel 2020, costa oltre 6.000 euro al metro quadro.
Il prezzo da pagare per la rinascita del quartiere è stato, come spesso accade in questi casi, la rinuncia all’anima originale di Alfama, ai suoi abitanti storici, alle sue piccole botteghe, oggi sostituite da boutique apartments e locande di cibo portoghese gourmet.

Condividere un unico punto di vista, sulla questione, è difficile, e se ne sono accorte anche la amministrazioni locali, che in parte cercano di combattere l’estensione infinita di Airbnb (i cui effetti diretti portano allo sfratto di decine di abitanti storici delle aree centrali delle città e all’esplosione dei prezzi degli affitti) ma che allo stesso tempo sono consapevoli dell’importanza del fattore turismo, e dunque dei benefici economici complessivi, che questo fenomeno porta con sé.

Per contenere la proliferazione di alloggi Airbnb, che lascia i residenti locali nella difficoltà di trovare appartamenti in affitto di lungo periodo a prezzi accessibili, il consiglio comunale di Lisbona, già dal novembre 2018, ha bloccato il rilascio delle licenze nelle zone di Barrio Alto, Alfama e Castelo, il cuore turistico della capitale portoghese.
Una misura simile, ma enunciata come temporanea, è stata presa dall’amministrazione di Porto nell’estate del 2019: sospensione temporanea delle licenze in tutta l’area del centro storico e in alcune vie di grande afflusso turistico, come Rua do Almada, Alfândega e Santa Catarina. La sospensione temporanea promossa dalla città di Porto significa che i proprietari di immobili nelle aree riservate (denominate “zonas de contenção”) non potranno presentare domanda per le licenze di noleggio a breve termine (Alojamento local). Ciò impedirà di inserire il proprio alloggio, legalmente, su piattaforme come Airbnb. Le restrizioni resteranno in vigore fino a quando il consiglio non avrà terminato lo sviluppo di una piattaforma di gestione che salvaguardi la popolazione locale.

Il piano dell’amministrazione comunale di Porto, parzialmente mutuato dalle misure già da tempo passate a Lisbona, prevede che la città controlli attentamente il rilascio di nuove licenze a breve termine, che verranno accordate, a quanto sembra, solo per periodi di tempo prestabiliti. La durata delle licenze, non predefinita, è comunque compresa fra un minimo di due anni, per le zone più sotto pressione, ad un massimo di sei.

L’obiettivo dichiarato di queste misure è quello di distribuire le proprietà in stile Airbnb in modo uniforme in tutta la città di Porto, piuttosto che concentrarle nelle sole aree centrali. Le autorità, d’altronde, sono coscienti della spinta rigenerativa che Airbnb ha dato a Porto, una città che ha scelto, come il resto del paese, di adottare un approccio pragmatico in merito alla questione degli alloggi turistici di brevissimo termine.

L’approccio del Portogallo sulla gestione degli appartamenti in affitto su Airbnb sembra insomma abbastanza equilibrato e, per questo, chiunque sia interessato a investire in immobili nel paese può contare su un contesto che è consapevole e deciso a non rinunciare ai vantaggi economici derivanti dall’attrazione di molti turisti in alloggi di breve durata. Un’ulteriore conferma è l’approccio ancora lassista per il resto del paese, la famosa zona dell’Algarve inclusa, dove la proposta di soluzioni tipo Airbnb continua ad essere totalmente libera e priva da qualsiasi vincolo.

Altri Articoli

  • sostenibilità settore immobiliare

Sostenibilità nel settore immobiliare: responsabilità e vantaggi per gli investitori

Investire in maniera responsabile e sostenibile nel settore immobiliare permette di contribuire a preservare l’ambiente e massimizzando il potenziale dell’investimento.

  • Quale impatto avrà il Coronavirus sul mercato immobiliare_

Quale impatto avrà il Coronavirus sul mercato immobiliare?

La crisi economica provocata dal Coronavirus sarà molto forte in Europa e in Nord America, ma si prevede che l’impatto sul mercato immobiliare non durerà a lungo. La ripresa nelle diverse aree dell’economia dipenderà dai fondamentali.

  • Blockchain come stimolo rivoluzionario per il mercato immobiliare

Blockchain come stimolo rivoluzionario per il mercato immobiliare

La tecnologia usata dai Bitcoin si mostra rivoluzionaria per il mercato immobiliare, la sua applicazione stravolgerà il modo di approcciarsi all’investimento.

  • Airbnb e future licenze in Portogallo: un delicato equilibrio di interessi

Airbnb e future licenze in Portogallo: un delicato equilibrio di interessi

Airbnb ha rivoluzionato il settore del turismo: a quale prezzo? Come le autorità Portoghesi stanno conciliando tutela del territorio ed investimenti nel settore?

2020-03-19T12:18:57+01:00