Just design: city view
seconda casa investimento

Mercato delle seconde case: per molti una fonte di reddito integrativa

Qual è il fine che si nasconde dietro l’acquisto di una seconda casa? Prova a rispondere a questa domanda il report sulle “Seconde Case” condotto dalla piattaforma HomeAway e da Savills Research. L’indagine ha interessato un campione di 7’800 proprietari di immobili situati in 10 diversi paesi (Italia, Regno Unito, Francia, Olanda, Portogallo, Nuova Zelanda, Brasile, Stati Uniti, Spagna e Canada) e 6’800 turisti, residenti negli stessi paesi, che ricorrono alla piattaforma HomeAway alla ricerca di una soluzione locativa.

Circa la metà di coloro che nel 2019 hanno acquistato una casa lo hanno fatto con l’intenzione di affittarla. In Italia, per il 35% della popolazione, la fonte secondaria di reddito più importante è proprio l’affitto della seconda casa. Interessante anche un’altra statistica: il 14% degli italiani affida la principale fonte di reddito annuale alla locazione della seconda abitazione. In questa particolare classifica, l’Italia si posiziona quindi al secondo posto, preceduta solo dal Regno Unito mentre la media europea si aggira intorno al 9%.

Com’è cambiato il trend negli ultimi trent’anni

Oggi la casa è una forma importante di investimento ma non sempre è stato così. Nel 1990, un quarto degli acquirenti comprava casa per viverci. Questo dato è sceso al 7% lo scorso anno. Al contrario, è aumentata la percentuale di persone che, dopo aver acquistato casa, l’hanno affittata per periodi brevi (dall’8% del 1990 al 40% del 2019).

L’affermarsi di piattaforme online per gli affitti brevi ha facilitato ulteriormente questo trend permettendo ai proprietari di raggiungere un’audience di netta superiore al passato.

Inoltre, un terzo di coloro che investono in una seconda casa non ricorre ad un mutuo ma preferisce acquistare in contanti. In Francia e Regno Unito la percentuale di acquirenti che non necessita di un mutuo rappresenta circa il 55% del mercato. Tendenza completamente opposta per gli Stati Uniti che si collocano al primo posto per erogazioni di mutui tra i paesi parte dell’indagine.

Cosa aspettarsi per i prossimi anni?

Non si prevedono particolari stravolgimenti. L’83% degli Italiani continuerà ad affittare la seconda casa per i prossimi cinque anni. Dato interessante quello che riguarda il Regno Unito dove il 31% di chi acquista una seconda lo fa all’estero principalmente Francia e Spagna. Discorso simile per i Belgi che investono soprattutto in Francia.

Come si comportano i turisti

Per chi sceglie di mettere in locazione, la salute del mercato degli affitti per le vacanze è un fattore fondamentale.

Si pensi ad esempio al numero di giorni in cui la proprietà rimane occupata e a come questo valore evolva nel tempo: due importanti indizi dell’andamento del mercato. Lo studio già citato rivela come, in tutti i paesi analizzati, circa un terzo dei proprietari abbia visto aumentare il tasso di prenotazione, il 45% abbia dichiarato un andamento stabile e solo il 22% abbia registrato un calo.

Ma quali sono le priorità che guidano i turisti quando devono affittare una casa vacanza? Come anticiparne le esigenze?

Al primo posto troviamo le recensioni (44%), medaglia d’argento per la possibilità di prenotazione istantanea (34%). Sul terzo gradino del podio, l’opzione che permette, fino a 24 ore prima, di annullare la prenotazione (30%).

Continua, dunque, a crescere il mercato degli affitti delle case vacanza, rappresentando un’ottima fonte di reddito per i proprietari e attirando la curiosità di chi desideri effettuare un investimento simile.

Altri Articoli

  • sostenibilità settore immobiliare

Sostenibilità nel settore immobiliare: responsabilità e vantaggi per gli investitori

Investire in maniera responsabile e sostenibile nel settore immobiliare permette di contribuire a preservare l’ambiente e massimizzando il potenziale dell’investimento.

  • Quale impatto avrà il Coronavirus sul mercato immobiliare_

Quale impatto avrà il Coronavirus sul mercato immobiliare?

La crisi economica provocata dal Coronavirus sarà molto forte in Europa e in Nord America, ma si prevede che l’impatto sul mercato immobiliare non durerà a lungo. La ripresa nelle diverse aree dell’economia dipenderà dai fondamentali.

  • Blockchain come stimolo rivoluzionario per il mercato immobiliare

Blockchain come stimolo rivoluzionario per il mercato immobiliare

La tecnologia usata dai Bitcoin si mostra rivoluzionaria per il mercato immobiliare, la sua applicazione stravolgerà il modo di approcciarsi all’investimento.

2020-03-19T12:24:23+01:00