Notizie
& approfondimenti

Libri aperti
investire immobili porto

Perché investire nel mercato immobiliare a Porto, nel Nord del Portogallo

Le cose sono molto cambiate dal 2013 ad oggi. Meno di 6 anni fa la disoccupazione giovanile in Portogallo era superiore al 40%, il paese stava praticamente soccombendo, preda di una crisi economica inarrestabile, investire in immobili a Porto non rappresentava un’opportunità allettante. Una serie di misure economiche di grande importanza strutturale hanno però ribaltato la situazione e oggi il Portogallo è il paese sud-europeo con l’outlook più positivo dell’area. La città di Porto, nel nord, e il suo mercato immobiliare, ne sono il perfetto esempio e riferimento.

Negli ultimi tre anni, secondo le rilevazioni della grande agenzia Engel & Voelkers, il numero di case vendute agli stranieri è passato da uno su dieci a uno su tre. Nello stesso periodo, i prezzi degli immobili di Porto sono aumentati del 15-20% ogni anno. Secondo i dati di Savills, una delle più importanti società di consulenza immobiliare al mondo, all’inizio del 2019, le case di nuova costruzione venivano vendute, in media, per 3.577 € al mq, un aumento del 19,3 per cento rispetto allo stesso periodo del 2018 e quasi il doppio della media del 2015 di € 1.851.

Dopo la crisi del 2012, il Portogallo ha modificato le leggi sugli affitti, in modo che i proprietari potessero rinegoziare i contratti di affitto allineando i canoni di locazione alle nuove quotazioni di mercato, una misura che ha incentivato gli acquisti e che, di concerto all’esplosione del turismo, ha portato lavoro e denaro.

Richiedi una consulenza gratuita

Contatto

Il successo di Porto negli ultimi 5 anni

Fra il 2014 e il 2019 il turismo è aumentato a Porto del 25% su base annua: oggi la città riceve 2 milioni di turisti l’anno, dunque, in media, otto visitatori per ogni residente.

L’attrattiva di Porto è stata senza dubbio incrementata dalla ristrutturazione dell’aeroporto Francisco Sá Carneiro, che nei soli ultimi dodici mesi ha incrementato il traffico di oltre il 30%, con trentaquattro nuove rotte e almeno altrettanti nuovi tragitti in arrivo nel 2020. È con il turismo, che sono arrivati i compratori.

Oggi chi vuole investire in immobili a Porto si renderà presto conto che la gran parte degli immobili nel centro della città sono di proprietà straniera: le vendite di immobili residenziali nell’area urbana di Porto sono cresciute infatti del 125% durante i primi tre trimestri del 2019. A spingere la seconda città portoghese per importanza, dopo Lisbona, sono numerosi fattori, molti dei quali determinati dalla volontà amministrativa di rendere Porto un hub internazionale per aziende e professionisti. Il World Excellence Award conquistato nel 2018 come miglior città Start-Up Friendly del mondo va proprio in questa direzione, così come i dati strutturali dell’area: il Portogallo settentrionale rappresenta il 44% del valore aggiunto lordo industriale (GVA) del paese, pur avendo solo il 35% della popolazione.

Approfondimenti

2020-05-26T12:15:51+02:00
Go to Top